Guida Superbonus 110%

external of a modern house with pool, night scene

Ecobonus e Sismabonus: Superbonus 110%

Il Superbonus al 110% è una maxi agevolazione fiscale concesso dal Decreto Rilancio (DL 34/2020) che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi su immobili residenziali, in ambito di efficienza energetica, interventi antisismici, installazione di impianti fotovoltaici o infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Chi può usufruire del Superbonus |Chi ha diritto a Ecobonus 110 %

-Condomini;

-Persone fisiche al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni relativamente ad interventi su singole unità immobiliari (non più di due in caso di Ecobonus al 110%);

-Istituti autonomi case popolari (IACP) comunque denominati, gli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti, per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica (anche per le spese dal 1.1.2022 al 30.6.22 in caso di Ecobonus);

-Cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci;

-Enti del terzo settore (organizzazioni non lucrative di attività sociale, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale);

-Associazioni e società sportive dilettantistiche limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.

Bonus 110 per le imprese

Va realizzata in base al tipo di contribuente:

lavoratori autonomi, i professionisti e gli enti non commerciali individueranno il periodo d’imposta in cui imputare le spese (per tanto, di conseguenza, quello in cui usufruire del bonus fiscale) secondo il principio di cassa: dovranno considerare la data di effettivo pagamento delle spese sostenute che danno diritto al beneficio fiscale “indipendentemente dalla data di avvio degli interventi cui i pagamenti si riferiscono

– le imprese (ditte individuali e società) e in generale gli enti commerciali, individueranno il periodo di imputazione in base al principio di competenza “indipendentemente dalla data di avvio degli interventi cui le spese si riferiscono e indipendentemente dalla data dei pagamenti: saranno oggetto di bonus fiscale le spese per interventi agevolabili imputate al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020 e a quello in corso al 31 dicembre 2021.

Dovranno rifarsi alla seconda situazione anche le cosiddette imprese minori, come definite dall’articolo 66 del TUIR (Testo Unico delle Imposte sui Redditi), sottoposte ad un regime cosiddetto improntato alla cassa (diverso dalla cassa pura), in base al quale alcune componenti di costo (di solito pluriennali), anche in un regime di regola per cassa, vengono imputate per competenza in modo da essere rilevate nel modo più corretto e veritiero possibile. Poiché le spese in questione sono riferite a beni, gli immobili, soggetti ad ammortamento (imputati quindi secondo le regole della competenza), si ritiene che anche il relativo beneficio fiscale debba seguire come criterio di imputazione quello della competenza.

Per le persone fisiche

le ultime notizie del superbonus 110 applicano agli interventi effettuati dalle persone fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari, salvo quanto previsto dal comma 10 del D.L. n. 34/20. Detto comma 10 prevede che possono beneficiare delle detrazioni anche gli interventi realizzati sul numero massimo di due unità immobiliari, fermo restando il riconoscimento delle detrazioni per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio. La limitazione delle due unità immobiliari riguardano:

 

Soltanto gli interventi di riqualificazione energetica;

In ogni caso non si applica alle spese sostenute per gli interventi effettuati sulle parti comuni condominiali.

Il beneficio della detrazione di imposta comporta il fatto che il contribuente risulti titolare di un reddito che concorre alla formazione del reddito complessivo e non sia assoggettato ad imposta sostitutiva.

Come ottenere il superbonus 110

Per accedere alla detrazione del 110%, gli interventi, devono garantire il miglioramento di come minimo di 2 classi energetiche ( dalla D alla B), anche insieme ad altri interventi di efficientamento energetico, all’installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo. Se  non è possibile questo “salto” di 2 classi, occorre ottenere il passaggio alla classe energetica più alta, per tanto chi si trova nella classe energetica “A3” il superbonus viene riconosciuto con il passaggio alla “A4”. Il passaggio di classe va dimostrato con l’attestato di prestazione energetica (A.P.E.), ante e post intervento, rilasciato da tecnico abilitato.

 

Gli interventi relativi all’ecobonus devono essere asseverati da tecnici abilitati per il rispetto dei requisiti e la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati. I professionisti incaricati attestano anche la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati. 

 

Gli interventi relativi al sisma bonus devono essere asseverati da professionisti incaricati della progettazione strutturale, direzione dei lavori delle strutture e collaudo statico secondo le rispettive competenze professionali, e iscritti ai relativi Ordini o Collegi professionali di appartenenza.

Per ottenere il superbonus è necessario:

pagare tramite bonifico bancario o postale parlante dal quale risulti la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e la partita Iva del soggetto destinatario del bonifico. Possono essere usati anche i moduli di bonifico attualmente predisposti dalle banche per i pagamenti di ristrutturazioni edilizie ed ecobonus;

depositare in Comune, se previsto, la relazione tecnica dell’intervento;

acquisire l’attestato di prestazione energetica pre e post intervento;

trasmettere ad Enea telematicamente sul sito dedicato, entro 90 giorni dalla fine dei lavori i dati per la compilazione della scheda descrittiva che si ricavano dall’APE e quelli per la compilazione della scheda informativa dell’intervento contenente le anagrafiche dell’immobile, dei beneficiari e i costi sostenuti;

Ecobonus 2020: a quanto ammonta la detrazione

Le detrazioni variano dal 50% all’85% a seconda che l’intervento riguardi la singola unità immobiliare o gli edifici condominiali.

Condizioni per beneficiare ecobonus e sisma bonus al 110%

Per poter beneficiare della detrazione fiscale al 110% è necessario:

Rispettare i requisiti minimi sulle prestazioni energetiche degli edifici;

Assicurare il miglioramento di almeno 2 classi energetiche, o il conseguimento della classe energetica più alta possibile, da dimostrare mediante l’attestato di prestazione energetica (A.P.E) ante e post intervento, rilasciato da tecnico abilitato nella forma di dichiarazione asseverata;

Essere effettuati con materiali isolanti rispondenti specifici requisiti tecnici ed ambientali.

 Se vuoi avere ulteriori informazioni riguardo super bonus 110 linee guida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian